Lino Manco

Armadio a muro fai da te, come realizzarlo

armadio a muro fai da te

Armadio a muro fai da te, come realizzarlo

Se stai leggendo questo articolo è perché sei davvero audace, realizzare un armadio a muro fai da te è un’impresa non da poco, però se seguirai scrupolosamente i miei consigli ti assicuro che ci riuscirai.

Intanto precisiamo che cos’è un armadio a muro

Un armadio a muro generalmente consiste in un telaio con una o più ante che vanno a chiudere una nicchia che può essere di varia grandezza. In questo articolo parlerò di come realizzare un armadio a muro fai da te con telaio in massello e ante in mdf, che poi potrai verniciare di bianco o pitturare come il muro.

Quali attrezzi ti serviranno per realizzare un armadio a muro fai da te?

Ti servirà un trapano che funga anche da avvitatore, io ho provato questo, è veramente un ottimo prodotto e inoltre ti serviranno porta inserti e inserti. Poi ti servirà una fresa dal diametro di 35 mm, un martello, una sega per legno (a meno che tu non abbia o voglia acquistare una troncatrice), una squadra, un cacciavite a croce. Ti servirà anche una punta a legno da 5, una da 6, una punta a muro da 6, una livella, una pistola per il silicone, oltre che un ottimo metro flessibile.

Quali materiali ti serviranno per relaizzare un armadio a muro fai da te?

Ti serviranno dei listelli in legno da 60×20, delle cerniere a molla con foro da 35 mm collo zero e dei pannelli in mdf da 19 mm che potrai acquistare da bricofer già tagliati a misura. La quantità di cerniere, listelli e ante dipenderà molto dalle dimensioni dell’armadio. Ti serviranno anche viti da 4,5×50 e da 3,5×18, puoi trovare tutto ai link che vedi, tranne i listelli e i pannelli di mdf. Tieni presente che sportelli larghi più di 60 cm sono scomodi, e alti più di 260 possono darti problemi di torsione, quindi se hai uno spazio più largo o più alto dividi.

Bene, iniziamo …

Innanzitutto devi prendere le misure di larghezza e di altezza. Prendile in diversi punti del vano e segnati la misura più piccola. Ora che hai le misure sottrai un centimetro per dare la giusta tolleranza e inizia a tagliare i due montanti, cioè i verticali, prendendoli dai listelli da 60×20 che hai acquistato. Se li tagli con la sega a mano fai tutto il segno sui due lati con la squadra e cerca di seguirli più precisamente possibile. Poi taglia i traversi, dovrai sottrarre alla larghezza che hai stabilito lo spessore dei due montanti, dunque se i montanti sono da 20 mm i traversi saranno larghezza meno 40 mm. Se il vano non è molto alto ti serviranno solo due traversi, altrimenti te ne servirà un altro da posizionare nel punto in cui dividerai in altezza, posizionalo in modo da far poggiare sia l’anta superiore che quella inferiore quando sono chiuse, per metà del suo spessore.

Ora puoi cominciare ad assemblare il telaio.

Fai dei buchi sui montanti in corrispondenza di dove metterai le viti. Ricorda che se avrai bisogno di mettere un traverso centrale il punto dove lo posizionerai stabilirà l’altezza delle ante, dunque se lo devi mettere stabilisci l’altezza e segna su entrambi i montanti il sopra e il sotto, e nello spazio intermedio fai i buchi. Ti consiglio di mettere il traverso inferiore in verticale invece che in orizzontale, ti farà da zoccolo sotto le ante. Se invece hai l’esigenza di aprire il vano fino a terra allora non metterlo. Bene, appoggiati a terra in piano e assembla tutto.

A questo punto sei pronto per le ante.

Ora hai il telaio assemblato a terra. Prendi la misura esterna della larghezza, sottrai mezzo cm per la tolleranza, e, se hai due ante, dividi a metà. Ora prendi l’altezza, se hai messo il traverso inferiore in verticale fai sormontare le ante di 1 cm, in pratica in basso una volta in piedi si dovrebbe vedere una fascia da 5 cm circa come zoccolo. Se non l’hai messo lascia almeno 8 mm da terra. Se hai messo il traverso centrale e ci saranno anche le ante superiori fai sormontare le ante di metà spessore ciascuna, quindi 1 cm quelle sotto e 1 cm quelle sopra, e sottrai due mm da ognuna per la tolleranza. Bene, ora hai le misure delle ante. Vai da bricofer o simili e fatti tagliare le ante in mdf da 19 mm, assicurati che il macchinario che utilizzano faccia tagli precisi e in squadro, chiedilo al personale, mi raccomando, altrimenti avrai problemi dopo.

Ora monterai le cerniere

Sei pronto? Bene. Metti nel trapano la punta da 35 mm che hai acquistato. Appoggia un’anta su due cavalletti o su un tavolo, proteggendo con pluriball o cartone. Segna i fori delle cerniere seguendo queste istruzioni: il primo da sotto e da sopra staranno a 8 cm circa, gli altri dovranno essere a distanza uguale fra loro, tenendo conto che tale distanza non dovrebbe superare i 70 cm, in pratica su un’anta alta circa 150 metterai 3 cerniere ma se è più alta ne metterai 4 o più seguendo il criterio, e su un’anta alta 80 ne metterai due. Hai fatto i segni in altezza? Bene, i buchi dovranno stare a 17 mm dal bordo. La fresa che hai acquistato ti permette di farli in modo preciso ma dovrai essere molto attento. Appoggia la puntina centrale della fresa nel punto preciso dove si incrociano i segni che hai fatto e fai il buco facendo attenzione a non sfondare dal lato opposto. Lo spessore della tazza della fresa che hai acquistato dovrebbe essere sufficiente per accogliere la cerniera, dunque fermati quando la tazza è a filo e prova la cerniera. Se non ti senti sicuro fai prima qualche prova su un pezzo di scarto. Hai fatto i fori? Ora inserisci le cerniere nei fori e aiutati con qualcosa di dritto (forse l’altra anta) a posizionarle dritte. Ora prendi il potra inserti con l’inserto giusto, prendi le viti da 3,5×18 e avvitale direttamente nei fori predisposti sulle cerniere (materiali come legno e mdf non hanno bisogno di essere forati, si può avvitare direttamente la vite). Aggancia anche le basette alle cerniere mettendole a battuta.

Ora sei pronto per la posa in opera del tuo armadio a muro fai da te

Ora dovrai montare il telaio nella nicchia. Prima di farlo fai dei fori da 6 mm di diametro con una punta a legno sul telaio nei punti dove intendi mettere i tasselli per il fissaggio, dunque in alto a circa 20 cm così come in basso e al centro o sotto il traverso centrale. Procurati qualche spessore di compensato o di cartone, in questo modo potrai centrarlo, posiziona il telaio e inizia a fissare la parte superiore. Inserisci gli spessori necessari nello spazio che resta tra il muro e il telaio nei punti dove hai predisposto i fori e con una punta da 6 mm per muro fai il primo buco nel muro in alto. Inserisci subito nel buco il tassello da 6 e avvita la vite con l’avvitatore o con il cacciavite. Fai lo stesso con gli altri fori mettendo tutto a piombo con una livella e, se non hai messo il traverso inferiore, assicurati che la larghezza, cioè la distanza fra i montanti sia esattamente uguale a sopra.

Ora fissa le ante del tuo armadio a muro fai da te

Ora sei pronto a fissare le ante del tuo armadio a muro fai da te. Apri tutte le cerniere e con l’aiuto di un’altra persona inizia fissando prima le ante inferiori. Ti può aiutare appoggiare a terra sotto l’anta da fissare uno spessore di 6 cm di legno o di qualunque altro materiale. L’anta completamente aperta non deve toccare il montante, quindi inserisci uno spessore di 3 o 4 mm sia sotto che sopra, tra l’anta aperta e il montante del telaio. Quando sei pronto avvita le viti da 3,5×18 in tutti i fori delle basette, dopodiché togli gli spessori sotto e tra l’anta e il telaio, e fai lo stesso per l’altra anta inferiore. Se hai ante superiori fai la stella cosa, appoggiando uno spessore di 2 mm sulle ante inferiori per distanziarle.

A questo punto potresti notare un disallineamento tra le ante, qualcuna più alta, qualcuna più bassa, più vicine in certi punti, più lontane in altri punti … niente paura, potrai allineare tutto semplicemente agendo sui registri delle cerniere. Sai come fare? Bene, allora procedi. Non sai come fare? Clicca su questo link, ti rimanderà all’articolo in cui ne parlo.

Noterai che lungo il perimetro del telaio resta dello spazio vuoto. Il mio consiglio è di smontare le ante e riempirlo con la schiuma poliuretanica, meglio se con la pistola, puoi regolare meglio l’erogatore. Una volta che la schiuma è asciutta taglia quella in eccesso con un taglierino e se necessario sigilla tutto con silicone bianco acrilico verniciabile, comunque se lo spazio che rimane vuoto non è troppo grande puoi riempire tutto con il silicone bianco verniciabile..

Ora sei pronto per verniciare il tuo armadio a muro fai da te

Acquista un barattolo di cementite bianca e uno di finitura bianca se preferisci alla pittura murale, oltre a un rullo a pelo corto e un pennello. Meglio se appoggi le ante in piano sui cavalletti e fai un lato per volta attendendo che asciughi. Cerca di stendere in maniera omogenea la cementite, se troppo densa diluisci un pochino con acqua. Una volta asciutta carteggia con carta abrasiva grana 220 e dai un’altra mano di cementite. Carteggia di nuovo e dai la finitura. Fai la stessa cosa sul telaio. Quando sarà tutto asciutto rimonta le ante, e se preferisci monta dei pomelli, sarà sufficiente fare un foro da 5 mm con una punta a legno, normalmente per le ante in basso si fa a 110 da terra e per quelle in alto, se ne hai, a 8 -10 cm da sotto, e a 4 cm dal bordo, dopodiché avvita i pomelli; oppure se preferisci non vedere i pomelli acquista per ogni anta un push&pull, che dovrai semplicemente avvitare sul traverso centrale o superiore, assicurandoti che con l’anta chiusa avrai qualche millimetro di spazio che consenta di spingere la molla e farla scattare e avrai completato il tuo armadio a muro fai da te, buon lavoro!

P.S.: se hai bisogno di una consulenza personalizzata contattami a questo link

Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file
(cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire
il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report
sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare
adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo
utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o
meno i cookie statistici e di profilazione
. Abilitando questi cookie, ci aiuti a
offrirti un’esperienza migliore
.